Saturday, October 5, 2013

Ricorso collettivo: Occhio a levare il sostegno

Poche ore di sostegno per studenti disabili, l’appello di un genitore di Senigallia

Roberto Ballerini: "ricorso collettivo in tutta Italia contro gli Uffici scolastici territoriali ed il Miur"

 

La Costituzione Italiana mette tra i compiti della Repubblica quella di rimuovere ogni tipo di barriera all’eguaglianza dei cittadini.
La Corte Costituzionale, con la sentenza n° 80 del 2010, ha ribadito che il diritto all’inclusione, in particolare quella scolastica, è un diritto indefettibile della persona e non può essere subordinato a vincoli economici.
Nonostante questo ogni anno si susseguono le cause contro gli Uffici scolastici territoriali ed il MIUR per ripristinare il diritto degli studenti con disabilità ad usufruire di un congruo numero di ore di sostegno.
Dopo la sentenza del 2010, alle tradizionali condanne in sede amministrativa hanno cominciato a sommarsi condanne penali, per discriminazione o omissione di atti d’ufficio.
La novità di quest’anno è che due intraprendenti mamme hanno deciso di organizzare un ricorso collettivo.
Partendo da un evento su Facebook (Sostegno per tutti. Proposta di ricorso collettivo. https://www.facebook.com/events/563393497042080), oltre 1.500 famiglie hanno già manifestato la volontà di partecipare ai ricorsi, che si svolgeranno presso i Tar, producendo la documentazione necessaria.
La procedura è semplicissima e, grazie all’utilizzo di un unico studio specializzato, il costo risulta ridotto dai 3/4.000 € abituali a 200 € a ricorrente.
In ogni regione verranno organizzati degli incontri con un avvocato dello studio, durante i quali sarà possibile chiarire ogni dubbio e dare la propria adesione finale al ricorso.
Per manifestare il proprio interesse a partecipare all’iniziativa, è necessario inviare una mail all’indirizzo ricorso.collettivo@gmail.com, indicando nome, cognome e provincia. Gli organizzatori risponderanno fornendo i moduli necessari ad acquisire i documenti, da protocollare presso la segreteria dell’Istituto.
Il ricorso riguarda tutti gli ordini di scuole. E’ importante affrettarsi perché le iscrizioni per le Marche chiuderanno a breve.
da Roberto Ballerini, genitore

3 comments:

Christos Theodoridis said...

Ho gia' aderito e invito tutte le famiglie di fare altrettanto , perche' solo uniti possiamo vincere l' indifferenza delle istituzioni !

Jodi Michelle Cutler said...

Grazie Christos!!
L'ho segnalato a Roberto!!
Un abbraccio,
Jodi

Christos Theodoridis said...

Abbiamo vinto in primo grado : il giudice ci ha dato ragione , ma adesso c'è l'appello