Friday, November 18, 2011

La Second Opinion Medica...SEMPRE


Siamo stati al centro C.I.A.O presso l'osp. Martini di Torino per fare visita con l'equipe del Dr. Di Lisi: non abbiamo parole per descrivere la passione e la professionalità di ognuno di loro, oltre a un'umanità a cui noi non eravamo abituati.

Siamo arrivati lì con una diagnosi che parlava di sordità neurosensoriale profonda, con la prescrizione di protesi di potenza e con la prospettiva dell'impianto cocleare a un anno corretto di nascita di giordana (Aprile p.v.). Dopo due giorni di ripetuti e scrupolosissimi esami (oggettivi e comportamentali....totalmente diversi da quelli fatti a Roma) è emerso che Giordana ha una sordità lieve/grave e che sente come se avesse le manine sulle orecchie. Il controllo è da rifare fra tre mesi e la situazione potrà chiaramente mutare, più facilmente in peggio che non in meglio, ma al momento ci fermiamo a questa notizia che ci ha travolto e reso felici.

Tanto felici da non voler pensare a chi le ha fatto degli esami e delle prescrizioni di cui non solo non aveva bisogno, ma che avrebbero potuto compromettere seriamente il suo residuo uditivo. Durante l'abr fatto a roma giordana era sveglia e piangeva, si dimenava tra le mie braccia ed era difficile tenerle le cuffie giganti che servivano per l'esame.

Nessuno ci aveva detto che l'abr presupponeva uno stato dormiente perchè il movimento del collo può dare degli artefatti; e nessuno ci ha detto che sarebbe stato opportuno ripeterlo. No, sono state prescritte protesi di potenza: dopo aver messo a Giordi le protesi lei era terrorizzata e se inizialmente pensavo che poteva essere la novità di essere stata aperta al suono, il giorno successivo non capivo pechè le reazioni positive non arrivavano. la bimba era sconvolta e disturbata: le ho tolto le protesi e non gliele ho più rimesse perchè secondo me qualcosa non andava...cuore di mamma a volte ci prende, perchè visto il residuo che ha l'avrebbero solo che danneggiata.

Grazie a tutti e al Presidente dell'Associazione Fiadda di Torino che ha lasciato il proprio lavoro per raggiungerci in ospedale per parlare con noi; grazie alla mamma di Leonardo di Torino che ha lasciato il suo numero di cell alla dottoressa in ospedale qualora avessi avuto bisogno di qualsiasi cosa; grazie a tutti voi del forum che continuamente condividete le storie dei vostri piccoli e che mi fate sentire parte di qualcosa di grande! Grazie a tutta l'equipe del Dr. Di Lisi e a tutti coloro che lavorano ancora con il giuramento di ippocrate nel cuore...

Simona, Mamma di Giordana.

3 comments:

logopedia e altro said...

Buongiornoo! Storia commovente quella di Giordana e non ho parole! Ma Roma e' una città grande e sono stati riconosciuti numerosi centri per la sordità ! Credo che quando si denunciano tali situazioni sia opportuno dichiarare precisamente chi e dove ha commesso tale errore per non accumunare a questo, tutti i Centri presenti nella città di cui molti validissimi.

Jodi Michelle Cutler said...

Ciao...
hai ragione, ma non ho insistito nel voler pubblicare la clinica in questione perchè il punto era di focalizzarsi sul fatto di consultare sempre un altro medico in questi casi...
Grazie per il tuo commento..
Jodi

Jodi Michelle Cutler said...

...anche perchè qualche volta anche i centri specializzati fanno degli errori...